Una soluzione ricercata non solo dagli studenti, ma anche da giovani professionisti e famiglie. 

Seppur indiscutibilmente i prezzi degli affitti a Mosca si siano parzialmente ridimensionati negli ultimi 2-3 anni in virtù della crisi, dell’instabilità economica e di un più cauto approccio di molte persone al contenimento delle spese, ancora oggi in generale la capitale resta una città dall’elevato costo della vita e dove i valori medi dei canoni di locazione risultano superiori alla maggior parte dei principali centri urbani europee.

Non sorprende dunque che – come capita anche in altre metropoli nel resto del mondo – non solo giovani o studenti ma anche famiglie e professionisti o comunque persone con un impiego stabile e tendenzialmente ben retribuito, preferiscano optare per una soluzione condivisa con altre persone in zona magari più centrale piuttosto che per l’affitto di un appartamento tutto per sé in quartieri più periferici.

Questo genere di situazioni è molto diffuso non solo tra i russi (soprattutto quelli trasferitisi nella capitale dalle regioni), ma anche tra gli stranieri (di solito quelli a cui l’azienda non copre  i costi per l’alloggio). Anche per questo il segmento in oggetto vanta una domanda sempre vivace e costante.

Ci sono persone che prediligono insediarsi in appartamenti condivisi in quanto la trovano una forma stimolante di confronto e socializzazione con coetanei o individui con interessi simili. In altri casi invece la scelta è dettata piuttosto da ristrettezze economiche che inducono anche interi nuclei familiari ad affittare una stanza e vivere in modo simile a come si faceva in periodo sovietico nelle kommunalki, appartamenti condivisi dove in ogni stanza viveva una famiglia e bagno/i e cucina erano in comune.

Qui di seguito riportiamo una panoramica sul tipo di soluzioni che ci si può aspettare di trovare sulla base del budget a disposizione:

  • Budget da 15.000 a 20.000 RUB/mese (fino a 300 Euro al mese)
    Solitamente entro questa fascia di prezzo si può sperare di trovare una stanza anche in buone condizioni in quartieri periferici della capitale, in zone comunque coperte dalla metropolitana. In centro teoricamente è possibile trovare camere in affitto, ma in appartamenti con finiture e mobilio desueti e condivisi con un gran numero di coinquilini.
  • Budget tra 21.000 e 25.000 RUB/mese (da 300 a 350 Euro/mese)
    Entro questo tetto massimo di spesa è possibile affittare camere in condizioni dignitose all’interno di appartamenti in posizione semi-centrale (entro 15-20 minuti di metrò dal centro) e entro 10-15 minuti a piedi dalla stazione di metropolitana più vicina.
  • Budget tra 26.000 e 30.000 RUB/mese (da 350 a 420 Euro/mese)
    Chi dispone di un budget di questo tipo può sperare di trovare soluzioni in buono stato di conservazione anche nei quartieri più centrali della capitale. Proporzionalmente, fuori dal centro si può puntare anche su camere ristrutturate in appartamenti con arredamento moderno e completamente accessoriati.
  • Budget tra 30.000 e 40.000 RUB/mese (da 420 a 600 Euro al mese)
    In questa fascia di prezzo è possibile trovare camere in affitto all’interno di appartamenti ristrutturati  situati nei quartieri centrali di Mosca, in zone molto servite. In alternativa, con un po’ di fortuna, si può trovare un appartamentino in affitto in condizioni decenti ma non nuove in posizione periferica ma servita dalla metropolitana.
  • Da 45.000-50.000 RUB/mese in su (da 650 a 700 Euro/mese)
    Con esborsi di quest’entità si può già puntare appartamenti indipendenti mono- o bilocali in condizioni dignitose in affitto in zone semi-centrali, inseriti in condomini siti entro 10-15 minuti a piedi dal metrò.
  • Da 55.000 RUB/mese in su (da 750 Euro circa/mese in su)
    Questo budget permette di considerare appartamenti mono- o bilocali in condizioni interne molto buone e con arredamento moderno siti in zone centrali (nei quartieri ricompresi all’interno della linea circolare del metrò).

                                                    

Alessandro Alessio
a.alessio@regens-international.com

Post correlati

Commenti

commenti