La rivista “Buona ITALIA. Filosofia della cucina italiana”, organizzatrice dei principali eventi italiani a Mosca, ci invita al Festival La Terrazza.

 

Due giorni: 31 maggio (sabato) e 1 giugno (domenica), e una festa italiana all’aria aperta che attende i suoi ospiti. Nell’anno in corso, la rivista non si è limitata ad affrontare il tema gastronomico: così com’è avvenuto altre volte, durante questa manifestazione si terranno concerti e spettacoli teatrali, mostre su cinema e libri, un mercato italiano e un gran numero di programmi per bambini, al parco d’arte MUSEON, oltre alle master-class culinarie.

Il buon umore, sul palcoscenico dello spazio Viva la musica! è affidato a Tutta Larsen. Vi si eseguirà un meraviglioso repertorio di musica italiana, interpretata da Monica Santoro, Christian Tola, dal complesso La Campanella, dai tamburini di Italo Calvino, dall’incredibile arpa elettronica suonata da Anneya (Anna Pashinskaya), e ci sarà persino l’opera per le future mamme “Alzina o l’isola magica” del teatro musicale di bambini di Natalia Sats.

Nell’auditorium di Scuola Italiana si racconteranno l’Italia e gli italiani, verranno proiettati dei classici del cinema italiano scelti dalla “Scuola del Nuovo Cinema”, e Vlad Vasiukhin e altri poeti di Mosca leggeranno delle poesie italiane. Il leader del movimento Slow Food Ulitka, Victor Michaelson, terrà una lezione dedicata all’educazione dei sensi, alla cultura gastronomica quotidiana e all’educazione alimentare dei bambini.

Nella mostra fotografica “L’Italia, come la vedo io”, i visitatori scopriranno la vita quotidiana del Paese da un punto di vista non turistico, attraverso gli scatti del Responsabile dell’Amministrazione di UniCredit Bank in Russia, Mikhail Alexeyev.

Nello spazio di La cucina Italiana si terranno le master-class degli chef italiani Giuseppe Todisco (che partecipa sotto l’egida di Olio Noacco, che tempo fa preparò vari menu per le stelle d’opera come Placido Domingo e Jose Carreras, e che preferisce la verdura e un “trattamento termico” minimo), Marco Jachetta (che al festival è supportato da Uhrenholt e vanta una stella Michelin), Giuseppe D’Angelo (il maestro della cucina casalinga) ed Ezechiele Barbuto (membro dell’associazione degli chef italiani). Altri cuochi professionisti condivideranno le loro ricette preferite e i loro segreti.

Al Mercato italiano si potranno comprare prodotti italiani biologici: tutte le delizie per cui è famosa l’Italia, dalle olive ai pomodori secchi, alla cioccolata, ad un’infinità di tipi di pasta, a prosciutto, salumi, aceto balsamico, caffè, pesto, risotto, carciofi, gelato, panini e dolci amati da tutti.

Nello spazio La Bellezza, stilisti e visagisti professionali si metteranno a disposizione per chi vorrà migliorare (ritoccando o rivoluzionando) la propria immagine personale.

Gli ospiti più piccoli del festival avranno – tutta per sé – un’intera città di artigiani (Piccola Italia) e la piazza La bottega italiana, nei laboratori creativi delle quali potranno disegnare i personaggi dei cartoni animati, preparare piatti, studiare musica, cominciare a parlare italiano, costruire e dipingere una favolosa città di carta Perotti. E poi ballare e divertirsi, nella discoteca per bambini, e nel carnevale che prevede uno spettacolare lancio di palloncini colorati!

L’ingresso è gratuito in entrambi i giorni della manifestazione. L’orario di apertura va dalle 12:00 alle 22:00.


 

 

 

Post correlati

Commenti

commenti