Negli ultimi anni, Mosca ha sempre occupato le prime posizioni mondiali nelle classifiche che si riferiscono alle città più costose, su base mondiale, e questo aspetto spesso mette in difficoltà i turisti che vogliono visitarla. 

Fino ad almeno tre anni fa, gli ospiti della capitale russa potevano scegliere solo tra i lussuosi “Nazional’”, “Ritz-Carlton”, “Hayat” e vecchi alberghi sovietici fuori dal centro, come “Alfa”, “Beta” e “Gamma”. Ma qualunque cosa si scegliesse, i prezzi toccavano sempre la proibitiva quota 4000 rubli a notte.

Da allora, per venire incontro alle esigenze dei turisti, soprattutto dei più giovani tra questi, sono cresciuti e continuano a spuntare come funghi, nel centro cittadino, tantissimi ostelli. Il principio dei ostelli è semplice, noto ed internazionale: star comodi pagando il giusto, e magari trovare facilmente compagnia per fare un giro, parlare durante la cena o tuffarsi nella movida moscovita. Di solito, gli ostello a Mosca non sono grandi, sfruttano palazzi storici e hanno camere divise in 4, 6 o 10 posti letto.

Vediamo insieme quali sono gli ostelli moscoviti più famosi:

Godzilla hostel – il più grande e conosciuto. Il proprietario, un inglese, ha scelto per il suo ostello un team di manager americani, e forse per questo motivo il Godzilla è stato selezionato da Lonely Planet come il migliore della città.

150 posti letto, disponibilità di camere private, articoli descrittivi perfino sul “The Daily Telegraph” e sul “The New York Times”: tutto ciò ha fatto di questo posto un punto di riferimento per chi visita Mosca, grazie anche a Visa Support e Transfer, e la possibilità di organizzare in loco le proprie gite in città.

Boris Baranov, traduttore, ci dice al riguardo: “2-3 anni fa ho lavorato alla reception del Godzilla. L’ambiente era piacevole, è stata un’esperienza molto interessante. Sono certo che l’atmosfera non sia cambiata”.

Il Godzilla si trova vicino Pushkinskaya / Tsvetnoj boulevard metro.

I prezzi (per notte) sono diversi:

Una camera con due letti – 75$;

Un posto nella camera con 10 letti – 16$;

Un posto nella camera con 6-8 letti – 28$;

Un posto nella camera con 4 letti – 32$.

 

Bulgakov – Il Bulgakov è un mini-hotel, un posto perfetto per i fan dell’omonimo scrittore, autore di “Il Maestro e Margherita”. Si trova nella zona Arbat, vicino al monumento del famoso poeta Bulat Okudzhava. Il palazzo dell’ostello è in piedi dal XIX secolo, ed era frequentato da artisti, scrittori e poeti. Al suo ingresso vi aspetta il gatto nero dipinto sul muro – Kot Begemot -, tratto dal romanzo. L’ambiente è molto carino e nelle stanze si vede un po’ di vita dei moscoviti – l’armadio vecchio, la porta alta e pesante, il divano con i cuscini. Poco tempo fa, è stato ristrutturato il secondo piano, e la cucina dove gli ospiti possono fare la loro colazione è diventata scomoda. Non è molto bello nemmeno che puliscano le stanze e cambino asciugamano e lenzuola solo una volta ogni 5 giorni. Come ci hanno detto alla reception, il Bulgakov dispone ancora di stanze con 6 letti e di stanze con 2 letti e con il bagno nel corridoio, ma tra poco ci saranno solo le stanze con 2 letti. Il Bulgakov è Visa supported, consente il money transfer e consente di organizzare gite in città. Il sito, però, non è comodo ed è  difficile capire quali siano i prezzi.

Davide Del Vecchio, che si occupa di sicurezza informatica, ci dice al riguardo: “L’hotel è situato in una zona ottimale, le stanze sono piccole, ma pulite (anche se non l’hanno mai pulita, durante il mio soggiorno). La cucina, situata al piano superiore (in ristrutturazione) era essenziale, ma un po’ sporca. Nel complesso, positivo.”

Ecco gli “introvabili” prezzi del Bulgakov:

Una notte nella camera a 6: 700 rubli (18 euro circa).

Una notte nella camera doppia con bagno in corridoio – 2200 rubli (57 euro)

Una notte in camera singola con bagno interno – 3100 rubli (80 euro).

Il Seven sky è un piccolo ostello vicino Lubjanka e Cistye prudy. Vicino ad esso si trovano la biblioteca di Turgenev, il teatro Et Cetera, il bar Papa’s place, il negozio storico del tè, il bar “Bratja Karavaevy”. Il palazzo dell’ostello è grazioso, e il suo cortile particolarmente tranquillo. Le camere hanno i nomi dei colori – azzurra, blu, rosa, lilla. C’e anche il Visa support.

Alina Zhulidova,  giornalista, ci ha dato la sua opinione sul Seven Sky: Pregi dell’ostello sono: che è pulito bene e che si trova in centro. Anche i due bagni presenti nelle stanze femminili sono risultati molto comodi per il mio gruppo di amiche. Mi sono piaciuti anche i biscotti, il tè, il caffè – tutto gratuito – disponibili a colazione. Non ho gradito, però, il dover tornare prima delle 2 di notte, stabilito senza particolari rischi di intrusione o di ordine interno.

I prezzi:

Una notte nella camera lilla con 2 letti – 2300 rubli (59 euro);

Una notte nella camera azzurra con 8 letti – 550-600 rubli (16 euro);

Una notte nella camera blu (8 posti, per le donne) – 600 rubli (16 euro);

Una notte nella camera rosa (6 posti, per le donne) – 750 rubli (19 euro);

 

Ostello “Fabrika”

 

Fabrica – l’art-ostello “Fabrica” ha aperto un anno fa nel centro d’arte contemporanea “Red October”, spazio prima utilizzato da una famosa impresa dolciaria. Ora dispone di 64 posti di letto, divisi in stanze con 4, 6, 8 posti letto, e con anche le vestaglie per gli ospiti, qualora si scelgano le camere doppie (double) comfort. L’idea alla base dell’art-ostello è di ricreare uno spazio artistico, dove poter fare mostre ed eventi. C’è la possibilità anche di vivere nell’ostello senza pagare , se fai l’artista e regali le tue opere all’ostello. Una ragazza di Ulan-Ude ha soggiornato al Fabrica per 15 giorni senza sborsare un rublo.

Roman Sabirzhanov, il proprietario, dice: “Fabrica è il mio primo progetto nel ramo alberghiero, e io volevo uno spazio unico, interessante, sede di eventi e aperto alla discussione. Siamo pronti ad ospitare gratuitamente gli artisti provenienti da ogni regione, se ci donano i loro lavori. Speriamo di poter avere presto degli altri ostelli a Mosca e nelle altre città russe”.

I prezzi:

Una notte nella camera con 8 letti – 500 rubli (13 euro);

Una notte nella camera con 6 letti – 600 rubli (16 euro);

Una notte nella camera con 4 letti – 750 rubli (19 euro);

La camera doppia standard – 1800 rubli (46 euro);

La camera doppia comfort con bagno interno e vista panoramica – 2800 rubli (72 euro).

Ostello “Fabrika”

Gli ostelli di “Bear Hostels”  si trovano in centro, vicino alle stazioni della metro Smolenskaja, Majakovskaja ed Arbatskaja. I costi del soggiorno li variano da 6oo rubli (15 euro), per un posto nella camera con 12 letti, a 950 rubli (23 euro) per quello in una da 4 letti. Ha una cucina spaziosa e rinnovata da poco ed anche due bagni con le docce.

Alessandro di Pietro, studente, dichiara: “Il Bear Hostel in cui sono stato io è innanzitutto un ostello situato in una zona centralissima di Mosca (Smolenskaja), e solo per questo è perfetto, per un turista! E’ anche un ostello pulito, organizzato, con personale cordiale e disponibile alla reception (puliscono anche i tuoi vestiti, se ne hai bisogno!) sempre pronto a dare informazioni sulla città(metro, strade, monumenti). L’unica cosa che forse non va è rappresentata dalla presenza di un solo computer per connettersi ad internet, uno solo per tutti gli ospiti dell’ostello. Per il resto è perfetto. Mi son trovato bene e, qualora tornassi a Mosca, lo sceglierei di nuovo. Pensa che sono anche diventato amico delle ragazze della reception: sono bravissime persone.”

Il Green Mango Hostel si trova vicino alla metro Komsomolskaja o Krasnye vorota, in un palazzo vecchio, ma spazioso. Di solito, in salotto si vedono gli ospiti discutere, lavorare, giocare con i proprietari. Anche la cucina – molto grande – è un ottimo punto di ritrovo. Questo ostello è perfetto per arrivare in orario alla stazione Kazanskaja, Jaroslavskaja o Leningradskaja e non perdere i treni. Affittano ai loro ospiti, all’occorrenza, anche le bici.
Una notte nelle camere con 10 letti – 750 rub (18 euro);
con 8 letti – 850 rub (22 euro);
con 4 letti – 950 rub (25 euro);
Camera singola – 3000 rub (75 euro).
Victoria Kozyr’, imprenditore, ci ha detto: “Lavorare al Green Mango Hostel è stata per me un’esperienza unica, sebbene io viaggi in tanti paesi del mondo. Si incontrano le persone interessanti, di molte nazionalità, che possono aiutarti a divertirti ed a scoprire la città. I proprietari, Alikhan e Zaur, sono ragazzi in gamba, sempre pronti a darti una mano o a raccontarti qualcosa sulle regioni della Russia.

Se cercate un albergo o un ostello direttamente nel giorno in cui siete arrivati, è consigliabile che usiate i seguenti motori di ricerca, per verificare se e dove ci siano posti letto disponibili:

http://www.tripadvisor.ru

http://www.hrs.com

http://www.economhotel.ru

Benvenuti a Mosca!

Post correlati

Commenti

commenti