Tutti i post dalla storia Chef italiani a Mosca:

pagina 1 / 2
 

Pietro Rongoni: “Un italiano ha l’astinenza da spaghetti già dopo tre giorni”

Il nostro ospite di oggi è lo chef  di "Aromi La Bottega" Pietro Rongoni, un moscovita DOC (ormai vive a Mosca da 15 anni). Durante la nostra intervista, ci spiega perché convenga cucinare senza aglio e come siano cambiati i gusti dei russi nel corso degli ultimi anni. Continua…

Mirko Caldino: “Quando sei al ristorante da uno chef, non dimenticare di essere un ospite”.

Aperto, timido, sorridente. Aggettivi positivi, ma non usuali da accostare, quelli che usiamo per descrivere Mirko Caldino, chef del ristorante NOA da ormai ben 9 anni. Andrey Zaitsev, il proprietario, non ha sbagliato, scegliendo Mirko come dominus delle sue cucine. Venuto da un'esperienza in un ristorante valutato una stella Michelin in Liguria, Mirko ha fatto abituare i russi alla cucina italiana di prima classe. Continua…

Essere Chef a Mosca: come si fa? Valentino Bontempi

Valentino Bontempi è una figura nota in Russia: ha partecipato a numerose trasmissioni televisive dedicate alla cucina, scritto diversi libri, contribuito al progetto di una multinazionale del gusto italiano (l'Accademia di Barilla). Un uomo vulcanico, sempre pronto a spendersi in nuovi progetti ("perché la competizione qui a Mosca è molto forte - dice - e bisogna sempre correre"), che ha già lavorato negli Stati Uniti e perfino ad Antigua e Barbuda, un assolato stato caraibico. Per questo, magari, Mosca non lo "spaventa" più di tanto.Continua…

Valentino Bontempi: “I primi soldi li ho visti solo a 26 anni”

Valentino Bontempi ormai considera Mosca la sua seconda casa. Ha sposato una donna russa, con la quale ha avuto un figlio e che scrive, assieme a lui, libri sulla cucina italiana. Lo chef è ormai diventato famosissimo nella capitale russa.Continua…

Essere Chef a Mosca: come si fa? Christian Lorenzini

Dopo certe esperienze lavorative a Londra giovane cuoco Christian Lorenzini si e' trasferito a Mosca e non ne era pentito. Ora lavora per la catena dei ristoranti famosissima "Ginza Project" e ci racconta in breve il suo percorso lavorativo nella capitale russa. Continua…

«